.
Annunci online

si legge makìa (blog a prova di imitazioni)
"Dialogo è una parola malata, io parlerei di confronto"
post pubblicato in Sono un gangster, il 16 febbraio 2010




Dite quello che volete, io non ci vedo niente di male se ti chiami Bersani e vai al
Tg4 di Emilio Fede. Perché vi piaccia o no, qui c'è mezzo Paese che quel telegiornale
lo guarda. E vale anche per il Sanremo che sta per iniziare.

 

Teresa





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd sanremo pierluigi bersani emilio fede tg4

permalink | inviato da makia il 16/2/2010 alle 8:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Dev'essere sceso lo Spirito Santo sul Pd
post pubblicato in Sono un gangster, il 15 febbraio 2010




Era questione di giorni. Non poteva durare ancora a lungo il tormentone
Binetti, con un piede già fuori dal Pd. Alla fine i suoi colleghi vaticanisti che
sono passati con l'Udc l'hanno convinta. Del resto, se avesse spostato
consensi, il partito di Casini l'avrebbe convinta molto più rapidamente a
passare dall'altra parte. E invece Paola Binetti rappresenta solo se stessa
e in questi anni, l'ha fatto in maniera anche piuttosto imbarazzante per un
partito. Ora che potrà fare campagna per la Polverini in pace, non possiamo
non ricordare quel suo no alla fiducia per il governo Prodi. Direi che abbiamo
aspettato anche troppo.
Prosit, Paola.



Teresa

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd paola binetti udc teocon

permalink | inviato da makia il 15/2/2010 alle 8:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
Chiacchiere e sanguinaccio
post pubblicato in Sono un gangster, il 8 febbraio 2010




Speriamo che non sia mortale. Dico l'abbraccio dell' Idv al Pd. Tutte le moine di Di Pietro
mi lasciano assolutamente insensibile. Sarà per quel tintinnare di manette o perché sono
sospettosa, ma siamo passati in due giorni dalla definizione di candidato improponibile
alla standing ovation per De Luca.
E niente, non ce la faccio. Ma proprio killer sentimentale dovevano crearmi?



Teresa

Segnali d'amore
post pubblicato in Sono un gangster, il 2 febbraio 2010





Il fatto che si stiano di nuovo prostrando ai piedi di Prodi la dice lunga sulla
china che sta percorrendo il Pd in questi ultimi mesi. Io tifo per la sua vendetta.
E che li mandi a cagare tutti.



Teresa

Il candidato del Pd non c'è ancora, però abbiamo il reginetto d'Italì
post pubblicato in Sono un gangster, il 28 gennaio 2010




Il P-day campano è fissato per il 7 febbraio. Secondo il segretario regionale Enzo
Amendola saranno primarie di coalizione, ma al momento il candidato vendoliano
non sembra intenzionato ad entrare in una disputa che lo vedrebbe perdente. I nomi
dei candidati bassoliniani vengono bruciati al ritmo di uno al giorno e al momento l'unico
che resiste nei sondaggi è il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, storico avversario di
Antonio Bassolino. Vi dirò che uno scontro finale De Luca-Bassolino è una cosa che non
riesce proprio ad appassionarmi, perché i due highlander sono fatti della stessa pasta.
Se vi può consolare però abbiamo il napoletano d'Italia.
No, non è Apicella che è stato snobbato dal Festival, ma sempre Sanremo è.
Prosit.




Teresa
Nessuna pregiudiziale contro Emma
post pubblicato in Sono un gangster, il 8 gennaio 2010


 

"Tra le ipotesi del Pd c'è sempre stato anche il sostegno a candidati esterni e questo vale per il Lazio e anche per altre regioni. Non ci sentiamo tirati per la giacca da Emma Bonino o da altri candidati esterni ma decideremo in questi giorni".

Vediamo solo di darci una mossa. No perché in Campania non si è mica capito cosa volete fare ?



Teresa
No Pd day
post pubblicato in Sono un gangster, il 4 dicembre 2009


 

Ormai il livello delle esternazioni di Di Pietro contro il Pd, reo
di non aver voluto partecipare al No B day, sta raggiungendo
livelli da sceneggiata. In effetti cosa ha fatto : ha messo il
cappello su una manifestazione che è un'iniziativa della rete
e ha lanciato un'offensiva mica sul Cav. No. Su Bersani e sul
Pd. Con tutto il rispetto per chi andrà alla manifestazione, mi
farebbe piacere capire come fanno a sfilare con chi vuole solo
prendere i tuoi voti, le varie Serracchiani e Melandri.

A proposito di donne vi metto il video di Marilyn mentre fuma.
Sembra felice.



Teresa

Il Pd e il "no B day"
post pubblicato in I Giornaletti, il 17 novembre 2009



Il pomeriggio del 5 dicembre a Roma, un grande corteo arriverà fino in piazza del Popolo e chiederà le dimissioni di Silvio Berlusconi. Alla manifestazione, nata dalle quasi 250mila adesioni raccolte in rete, hanno già aderito l’ Italia dei Valori, Rifondazione Comunista e i Comunisti Italiani. Il Partito Democratico ha per ora declinato l’invito ad aderire formalmente anche se singolarmente molti elettori saranno in piazza per partecipare.

In realtà una decisione ufficiale non è stata ancora presa e il segretario Bersani proprio nella Direzione di ieri ha affermato “Il Pd, per poter decidere se appoggiare o meno una manifestazione guarda le sue parole d’ordine. Il Pd fa le sue manifestazioni e se sono altri a promuoverle valutiamo se le loro parole d’ordine sono potabili per noi”. E quindi in attesa di capire la “potabilità” delle proposte dei manifestanti, cerchiamo di evidenziare le ragioni che spingerebbero il partito a dire no al no B day.

In primo luogo si tratta di una grande manifestazione “apartitica e pacifista”. E se così è nata nelle intenzioni degli organizzatori, non si capisce la corsa dei partiti per metterci il cappello. In secondo luogo, la grande prova di forza contro il Premier, il Pd l’ha già messa in piedi. Poco più di un anno fa, la mobilitazione del partito riempì di due milioni di persone il Circo Massimo. Il più grande partito dell’ opposizione ha dimostrato in quell’ occasione di possedere tutta le capacità per mettere in piedi manifestazioni nazionali di tutto rispetto, senza farsi dettare le piattaforme da altri..

Un altro motivo che porta ad avere molti dubbi su una manifestazione smaccatamente ad personam è la concreta possibilità che, nel massimo momento di divisione all’ interno del Governo e della stessa maggioranza e con livelli di gradimento popolare in flessione, nonostante si conservi un consenso ancora ampio, questo non farà altro che ricompattare il fronte berlusconiano ( vedi contromanifestazione già indetta lo stesso giorno ) ai quali “levagli tutto, ma non il loro Silvio”.

Ultimo, ma non meno significativo è il fatto che il Pd non deve dimostrare al Paese di essere antiberlusconiano, perché intrinsecamente lo è di fatto, perché si pone come l’alternativa all’attuale Governo e all’attuale maggioranza e perché il leader Bersani si è già espresso in maniera molto netta chiedendo al Premier di farsi processare e sbarrando la porta sia al processo breve che all’ ipotesi di un nuovo lodo Alfano da percorrere per via costituzionale.

Non serve “far caciara” ogni giorno in piazza. Serve radicarsi sul territorio, “organizzare meglio i circoli, dargli da fare”, promuovere iniziative sui problemi reali, perché c’è bisogno di far conoscere qual è la proposta del Pd sui temi del lavoro e dello sviluppo che partano dai militanti, ma che coinvolgano tutti gli elettori. Serve allargare il consenso, non convincere con un corteo chi, antiberlusconiano lo è già per forza di cose.


Teresa


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd no b day pierluigi bersani

permalink | inviato da makia il 17/11/2009 alle 9:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
Alla faccia della bocciofila
post pubblicato in Sono un gangster, il 26 ottobre 2009




Pierluigi Bersani è il nuovo segretario del Partito Democratico. Scelto dai militanti e
dagli elettori. Scelto anche da me. Sia chiaro che ora non ci saranno più scuse.
E facciamo stò partito da combattimento. Ché mi pare che il deserto lo abbiamo
attraversato tutto.



Teresa

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd primarie pd pierluigi bersani bocciofila

permalink | inviato da makia il 26/10/2009 alle 0:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
Io ci tengo
post pubblicato in Sono un gangster, il 23 ottobre 2009




E allora non vi chiedo di condividere la mia scelta per la Bocciofila Bersani,
ma di andare a votare comunque, anche votando scheda bianca. Fate
vedere che ci tenete ad uscire da questo buco nero in cui ci hanno ficcato.
Una grande partecipazione democratica è quello che serve al Paese, a noi
e al Pd. Io almeno lo spero.


Teresa

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd primarie pd pierluigi bersani

permalink | inviato da makia il 23/10/2009 alle 7:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
Sfoglia gennaio        marzo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv