.
Annunci online

si legge makìa (blog a prova di imitazioni)
Welcome to the jungle. Intervista senza storia a Vincenzo Ricchiuti
post pubblicato in Interviste senza storia, il 21 gennaio 2009




C'è da dire che su certi argomenti siamo distanti come il sole e la luna, ma è 
un uomo paziente e pur avendone discusso più volte di una eventuale intervista,
l'ho fatto aspettare un bel po'. Primo, perchè si era detto di farla dopo la chiusura
del suo blog ( e lui per un periodo lo chiudeva almeno due volte al mese ), poi 
perchè aveva già ricevuto negli anni passati un paio di belle interviste che da lettrice
attenta, ancora ricordavo. E non volevo farmi influenzare.
Non  ultimo l' effetto sorpresa, perchè non volevo che arrivasse preparato.
Sicché l' abbiamo fatta ieri in msn e pur non essendo un jus primae noctis, lui era
emozionato. Davvero.
 

Tess : sei pronto per l' intervista ?

Enzo : un sec. Vai

Tess :ti avviso, niente segni convenzionali sarà trascritto tutto integralmente. Tutta la verità nient'altro che la verità

Enzo : non barerò, è uno scoop per i tuoi lettori

Tess : per la gioia del pubblico pagante comincerei subito con la prima domanda. Quanto tempo hai aspettato per avere questa intervista ?

Enzo : non me lo ricordo neanche più. Troppo

Tess : ti sei mai chiesto perchè ?

Enzo : perché la gente non ama fare domande

Tess : la risposta la leggerai nel cappello , quando sarà montata

Enzo : allora chi bara sei tu, capisco

Tess : allora, siamo sicuri che ricchiuti abbia chiuso definitivamente o daresti ancora un dispiacere a tutti quelli che pur leggendoti non ti sopportavano proprio ?

Enzo : darò ancora dispiaceri a dio piacendo. Dubito moltissimo in quella forma lì, il blog è chiuso ma soprattutto sono i blog ad essere morti

Tess : con la chiusura di ricchiuti tu lasci anche qualche vedova. Una sono io, anche se a scriverlo come ha fatto Martino non sono capace. Ho ancora zero in romanticismo ( sottotitolo : è proprio vero che il bloggare stanca ? )

Enzo : il bloggare come l'ho fatto io sì, stanca, come lo fai tu su makia non credo.Ps zero spaccato in romanticismo

Tess : tu o io ?

Enzo : bella domanda, credo di essere sensibile il che può significare brutale, ma difficilmente romantico. Nel tuo caso, il romanticismo non attacca proprio per questioni di taglia

Tess : io vedo makia più simile a malvino che apparentemente non si è ancora stancato, tu che dici ?

Enzo : sì, come tensione costante a esserci, agli antipodi come cernita, malvino è come l'aspirapolvere che non fa distinzioni, ingloba tutto e dice tutto pur producendo sempre lo stesso rumore, tu invece hai introdotto istintivamente un taglio molto redazionale, una notizia al giorno e basta variando gli stuzzichini, lui è una preghiera tu un cocktail e dunque tu durerai molto di più

Tess : a proposito di vedove. Domani comincia Farsopoli. Chi ha bisogno degli auguri , quella gran cupola d'uomo di Moggi o i pizzardoni che ascoltarono tutte quelle menate e decisero che l'unico modo per avere l' alternanza fosse di far sparire Juve e dirigenza ?

Enzo : nessuno dei due, Moggi finirà assolto e ai pizzardoni non capiterà nulla. Se per pizzardoni intendi anche gli omini del calcio e del giornalismo, i Moratti e i Cannavò per sintetizzare, quale miglior condanna se non continuare ad essere se stessi

Tess : personalmente ho sempre avuto molta fiducia nell' operato della Giustizia, tuttavia già a partire dalla sentenza su Bolzaneto ho dovuto fare i conti con una inevitabile fallibilità del sistema. Secondo te è una mia sconfitta ?

Enzo : molta gente che conosco e stimo ha una fiducia razionale nella giustizia, è umano, non puoi vivere e pensare di essere alla mercè di qualcuno. Tutta questa gente di fiducia non ne ha più. Tutti, nessuno escluso

Tess : sì, anche se io sono una che non si arrende mai

Enzo : purtroppo, ripeto purtroppo, per turare queste falle ci vuole una soluzione politica. Anch'io non mi arrendo mai, sto aspettando ancora che qualcuno mi spieghi il concorso esterno per associazione a delinquere in parole povere o il 41 bis come non violi la costituzione per non parlare dei giudici di Tortora o dell'ultimissima balla di oramai 3 anni fa del reato ambientale inventato da Sandulli per non scontentare un intellettuale della società civile del calibro di Candido Cannavò barra Mario Sconcerti

Tess : oggi ho appreso che esiste un regime carcerario ancora più restrittivo del 41 bis. E' quello che ad Opera hanno applicato a Setola

Enzo : non mi stupisce, oramai è passata l'idea che il carcere sia uno strumento d'indagine ordinario e quindi lo si usa per ottenere riscontri e chiamate di correo in cambio delle cose più elementari, non è una novità ed in Italia vige di fatto da sempre, dal carcere preventivo di quelli del 7 Aprile sino al trionfo mediatico del 41 bis, lo scrisse chiaramente Travaglio a nome di tutti, la pena deve essere una pena sennò che pena è, un po' jingle ma lui è fatto così

Tess :non sono trascorsi nemmeno sei mesi dalle tue papinerie. Oggi vai ancora a Messa tutti i giorni o stai già pensando che per un'indulgenza non ne valga più la pena ?

Enzo : che memoria di ferro, complimenti e un pizzico d'invidia, no, non vado più a messa tutti i giorni perché quello è stato il periodo più sereno della mia vita e come diceva Wilde distruggiamo sempre quel che ci fa stare bene però l'indulgenza, che era per mia nonna, l'ho avuta, son andato apposta al San Paolo fuori le mura e ho sganciato quanto dovuto. A proposito domenica lì c'è il Papa per la conversione di Paolo e relativi vespri, questo è l'anno paolino, romani e concittadini andateci

Tess : il mio è un pubblico laico Enzo, dubito che raccolgano l'invito. Ma poi sganciare quanto ? Se è lecito ?

Enzo : l'offerta minima è dieci euro, la chiesa pratica prezzi modici e non ti truffa promettendoti cose serie ma aggratis. Quell'obolo significa che ti sei impegnato perché un povero, uno che sta peggio di te, stia meglio

Tess : insomma, tutto il contrario di quanto fa Moratti con gli intertristi

Enzo : è la filosofia della beneficenza che monda i peccati, una cosa molto sana e non alla portata dei laicissimi, di solito dei gran tirchioni. Moratti più che un presidente è un giocattolaio, ha verso i giocatori lo stesso rispetto del fidanzato della Patty Pravo nella canzone "La bambola". Sembra generosità, in realtà è solo malattia mentale e difatti li rovina quasi tutti

Tess : passiamo alla Casa del Padre, ovvero a Giornalettismo. Fammi un parallelismo tra quello che hanno rappresentato i giornaletti per te . Nel passato e oggi

Enzo : Giornalettismo, che non conoscevo e che ho conosciuto grazie al blog di Mario Adinolfi, dio lo benedica, ha rappresentato nel passato, cioé nell'anno blog, aver raggiunto il massimo traguardo dello scrivere in rete. Giornalettismo oggi, il giornale, è una grande occasione e scommessa collettiva, una roba da pionieri in cui chi la dura la vince. Vinceranno, io non so se ci starò quando succederà ma è inevitabile che vincano tutti quelli che rimarranno abbarbicati al progetto, in hoc G vinces o boia chi molla a seconda delle preferenze

Tess : sì, siamo abbastanza tosti. Oggi ti faccio fare il direttore di Giornalettismo. Che cosa cambieresti e cosa lasceresti per sempre

Enzo : se io sono il dir, va da sé che Pino Nicotri non ci sia più. Lascerei per sempre me e la mia sveltina quotidiana, perché è una abitudine e le abitudini non si toccano specie se brutte. Cambierei la rubrica esteri probabilmente, è deboluccia

Tess : gli Esteri sono un terreno minato di questi tempi

Enzo : lascerei per sempre la critica tv di Galatea, la Claudia Vinciguerra di Giornalettismo. Si, sono terreno minato ma devi farli perbene sennò ti beccano col sorcio in bocca come a Santoro. L'Annunziata non è una cima e se l'ha potuto dire lei è colpa del conduttore che non ha saputo offrire un prodotto anche fazioso ma strutturato

Tess : sai che non ho mai amato particolarmente Santoro, però se la Annunziata fa così poi mi tocca dar ragione al Berlusconi d'antàn che la lasciò a bocca asciutta

Enzo : a me va anche bene il filo palestinismo su Giornalettismo ma devi saperlo fare, un po' alla Martinez sennò ti riduci a fare i copincolla delle cose di trent' anni fa come la Rachel Corrie. A me Annunziata non piace, trovo ridicolo che sia assurta ad una carriera d'alto spessore giornalistico una che maltratta l'italiano così e con quella pronuncia, e per questo è più grave il dilettantismo di Santoro che dell'Annunziata è molto più intelligente e subdolo. In Amerika l'Annunziata sarebbe stata stroncata subito, lì per fortuna conta anche il fisico e la presenza

Tess : Pino Nicotri ha dichiarato su Giornalettismo che molto volentieri quest'anno andrebbe a Sderot e a Gaza. Tu pensi che sia possibile rimanere neutrali nel conflitto arabo-israeliano ? Ma soprattutto tu ci andresti nella Striscia ? Io ti vedrei più stravaccato su una spiaggia di Hammamet, sinceramente

Enzo : io non andrò mai nella Striscia come non andrò mai in Israele semplicemente per lo stesso motivo per il quale non vado nei paesi dell'Estremo Oriente. Non voglio trovarmi in un posto dove devo guardarmi le spalle persino dai bambini. Hammamet o Miami, uno dei due, purché sia posto da tranquilli pensionati. Nicotri va a Sderot, ho letto anch'io, perchè ha trovato una lettrice che lo ospita. Per la prima domanda, la possibilità di rimanere neutrali, ti rispondo no, esattamente come non si resta neutrali neanche dinanzi la scelta Nesquik-Orzoro e non è una marchetta ma un concetto omnicomprensivo. Io non sono neutrale, sono filoisraeliano e tifo perché Israele vinca.

Tess : Israele non vincerà mai nel senso stretto della parola. Lo ha detto oggi il ministro dell' Interno : “ ci sarà una tregua, ma poi ancora guerre. E' il nostro destino “

Enzo : probabile, vuol dire che le dovrà vincere tutte. In un futuro di pace io vedo un rapporto Israele palestinesi come amerikani e messicani: il problema è che i palestinesi dopo una vita spesa così avventurosamente a sognare ritorni al futuro, senza orari e senza annoiarsi a lavorare mai difficilmente accetterebbero di passare all'età adulta entrando in banca o nell'ordine d'idee di fare gli impiegati.

Tess : torniamo a casa. Molte delle Storie Miserabili che hai scritto andrebbero raccolte, ma questo è un discorso vecchio che abbiamo già fatto insieme, sia per le strisce del vecchio Giorn, sia per i magnifici pezzi su Calciopoli ( poi lì ti hanno preceduto in troppi ). Ora scegli fra queste tre definizioni quella che ti rappresenta meglio : la pigrizia, la sciatteria, la mancanza di fiducia in te stesso

Enzo : la pigrizia senz'altro. Fiducia in me stesso dicono ne abbia anche troppa, che ci voglia il porto d'armi per averne così tanta. In realtà la mia arroganza è una falsa impressione, non sono così sexy come vorrebbero.

Tess : insomma le raccogliamo queste Storie Miserabili o no ?

Enzo : eh. La madre di tutte le domande. Guarda l'intenzione c'è e c'è anche il titolo che galleggia da più di un anno ormai, "Non sono una signora". Ho fatto apposta quest' intervista per dirlo e lasciarlo detto da qualche parte. Restiamo così, visto che non si sa se io sia romantico nel dubbio riesumo Nazzari : se non lo faccio, peste mi colga.

Tess : e peste sia. Questa è la posta del Quore di Giornalettismo. Potete mandare un messaggino agli autori. Tu che fai ? Mandi o passi ?

Enzo : io mando, e mi mandano, sempre.

Tess : se hai qualche domanda da fare, qualche curiosità da chiedere agli autori. Ora o mai più

Enzo :io domande non ne faccio. Esprimo giudizi. Faccio nomi. Non so se ti convenga.

Tess : non so se convenga a te

Enzo : sono un uomo dalle convenienze ragionevoli, ragionevolmente rassegnate. E poi sono buono. Possiamo citarli tutti in ordine alfabetico o nominarne solo alcuni ingelosendo gli altri, scegli.

Tess : la gelosia, ovvio

Enzo : Ale D'Amato è Zidane, talento e collera. Abbiamo lo stesso modo di concepire il mirino, solo che lui ha studiato dai laici di Rep e io dalle suore. E' il Direttore, per sempre. Loska è stata la macchina di Giornalettismo praticamente da quando li conosco. Per l'età che ha, è la più brava di tutti e di tutte. Ci sono altri su Giorn ?

Tess : vabbè. Abbiamo finito, grazie Enzo. Pensi che dopo questa intervista senza storia il dir Zidane si farà mai intervistare da me ? O piuttosto mi prenderà a testate in faccia ?

Enzo : prova a chiedere l'intervista a Pietro Marmo, che è il Frank Capra di Giorn. Con lui il lieto fine è assicurato.

Tess : occhei, fermo lì che salvo tutto.





Teresa

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. the clash guns n' roses interviste

permalink | inviato da makia il 21/1/2009 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
Tess in the sky with diamonds ( ricchiuti intervista makia )
post pubblicato in Interviste senza storia, il 24 gennaio 2008


1.Che consigli darebbe ad una giovane blogger che debutta, per non farla smettere da qui a un anno
Dipende. Se dovesse essere noiosa come la Spigolatrice le direi di smettere subito. Se invece dovesse essere brillante le direi di smettere quando è al culmine del divertimento. Per poter essere poi libera dal blog. Per tutta la vita.

2. Che ne pensa della deriva laicista del Pd, le percentuali da prefisso telefonico dei radicali non la angustiano è evidente
No, io non mi angustio mai. Nel mio ex partito ero dalla parte di quelli che chiamavano con disprezzo i miglioristi. Sono abituata, quindi. A lottare e ad essere pure minoranza.

3. Il Pci era un grande perché monolitico partito, da quando v'è saltata la fregola delle correnti d'aria siete diventati aria fritta
Le correnti democristiane erano fatte per gestire meramente il potere. Da quando non c’è stato più il Pci è stato gioco-forza riunirsi intorno alle maggiori personalità politiche perché ne condividevi la linea.
Ma non sono state le correnti a diminuire il gradimento verso il partito. Piuttosto quello di essersi chiusi in un apparatnik non riuscendo a cogliere il rapido cambiamento della società.
In due parole : stare tra la gente.

4. Fermo restando che il centralismo democratico era un bene, lei ha recentemente dichiarato di rivolere Enrico Berlinguer che se la seconda volta la tragedia è farsa, stavolta dovrebbe farci ridere
No, non hai colto, io lo farei tornare solo per fargli vedere lo scempio. Sarebbe lui a voler andare via, questa volta.

5. Scusi se insisto, ma il paese, per lei, evidentemente non è già troppo triste e depresso per meritare il ritorno di uno che voleva metterci a dieta
Questo è un paese triste e depresso solo a parole. In realtà è tutto un chiagni e fotti.

6. Il piano paesaggistico del Commissario De Gennaro sembrerebbe quello di farci saltare i nervi a tutti quanti riaprendo ogni scarico già tirato (tanto lui galleggia sempre)
Tu cosa faresti ? Ti terresti i sacchetti in strada e li bruceresti o daresti le dimissioni come Bertolaso e ti terresti i sacchetti in strada e li bruceresti ?

7. Fomentando fomentando, qualcuno (a terra) resterà. Nel caso lei starebbe con la polizia o con la
sua gente che non vuol morire avvelenata, a seguire come la racconta Repubblica non è chiaro
Qui nessuno vuole uccidere nessuno. Genova è stato un grande errore, una macchia che difficilmente laveranno via. E che non c’è nessuna volontà a reiterare. Poi bisogna marcare
una differenza, sennò sei in malafede. Tra la gente c'è chi protesta e chi, a busta paga della camorra, va ad appiccare fuoco ai sacchetti. Il napoletano è anche questo.

8. Pare che anche Adinolfi stia pensando ad un giornale on line. Pensare non costa niente.
A lui soprattutto.

9. Nel caso lei facesse uno sforzo, fondando un bel fogliaccio del genere, non sarebbe orientata verso uno splendido house organ schieratissimo e dunque utile, io temo, e del caso chi farebbe la sua redazione (ce la faremmo ad evitare un'altra LibMagazine ?)
Ah, io sarei schieratissima ci puoi scommettere. LibMagazine ha molte rubriche carine, insomma non è solo politica che poi diventa una palla e tanto di cappello a Fronterrè. Io però nel mio giornale ci metterei una rubrichetta fuori dal coro. Insomma, un po’ come fintamente fa 
Marcenaro con noi che facciamo finta di crederci. E se stai cercando di capire se staresti nella mia redazione, perdi tempo. Però il nome del direttore, quello penso che lo conosci anche tu.

10. O con Mastella o con Maffei. Si può veramente stare in mezzo dove non esiste niente ? 
Io sto perfettamente in mezzo. Perché ti posso dire con serenità cosa ha sbagliato l’ uno e cosa 
l’ altro.

11. Nel caso fosse interessata a dare una risposta fuori dai denti sul tormentone di questo inverno, dica cosa non le è piaciuto della chiusura di Giornalettismo
Che andava fortissimo, una Marilyn morta all’ apice dello splendore. Una cazzata, insomma.
Io adoravo i Giornaletti, ma se qualcuno non si divertiva più allora rimando al punto 1.

12. Lei ha recentemente definito Forma Mentis, il filosofo yuppi-du, come tra le migliori penne del
web-west.Castaldi non la linkerebbe per molto meno
Yuppi-du, lo hai definito tu. A me forma piace molto e piace anche a Castaldi.
E se malvino non mi linka è perché continuo ad ospitare te. Io, invece, lo leggerei pure se mi diventasse un cattolico devoto e fondamentalista.

13. Quali sono a suo avviso le reali prospettive del Pd nella malaugurata ipotesi non si potesse ancora votare, a sinistra, pure per Berlusconi
La sinistra che vota per Berlusconi ? Vuoi dire che si astiene ? Certo è possibile. Il Pd sarà
il più grosso partito dell’ opposizione con il quale bisognerà trovare l’ accordo per il maggioritario con semipresidenzialismo.

14. Non capisco perchè una come lei non si sia buttata tra le braccia dei socialisti, che ora al posto di Mammina Craxi hanno Mammona Chiesa, ed è per questo che fanno solo brutti sogni
Io, ricchiuti, non mi butto tra le braccia di nessuno. Provengo da famiglie di comunisti da generazioni. I socialisti non hanno mai avuto appeal per me nemmeno quando andavano al massimo, figurarsi adesso con Boselli.
Ma chi so’ stì socialisti ? Ah già c’è Angius. No, ho convinzioni granitiche, non sfoglio il
catalogo del partit market e non mi vendo per un tozzo di pane. Fondamentalmente sono
una che è soddisfatta di se stessa.

15. Spieghi succintamente cosa non le piace della moratoria sugli aborti, considerando che non
toccando la 194 lascia tutto come sta quel Paradiso in terra dei milioni di abortiti
ricchiuti sveglia. Bagnasco non avrà parlato mica solo per me ? Tu stai troppo dietro ai
deliri di Ferrara. La moratoria è mera strumentalizzazione. Non valida per quelli come me.

16. Il miglior giornalista italiano, il miglior articolo che abbia letto in vita, il miglior pezzo che lei abbia scritto in pubblico.Tra i giornalisti, solo i viventi (e questo esclude Biagi e Scalfari)
Il migliore è D’ Avanzo. Il mio miglior pezzo, invece, è stata una lettera aperta a Veltroni,
ma è rimasta fatto privato. E un po’ mi dispiace.

17. Marco Travaglio piace davvero alla sinistra moderata o lo usa solo per il sesso ? Opinerei
purtroppo che in entrambi i casi, fosse gli Angelucci, non lo licenzierebbe
Ah io lo uso solo per il sesso e mi farei pure ammanettare da lui. Ma non sono giustizialista
e non sono garantista.
Sto dalla parte della Giustizia. Poi, una che non ha ancora cacciato a calci in culo te da un
blog, figurarsi licenziare un giornalista su un giornale pluralista e democratico come l’ Unità.

18. Gioco della torre, chi butta giù tra Formamentis e Loska, Jasailmer e l'Antonio, Astrid Nausicaa/Nardi in Maragò, PPPasolini e Ricchiuti (sempre markette sono), la Juve o Castaldi
Tutti e mi tengo la Juve. Ovvio.

19. Che cosa ne pensa seriamente dei seguenti nominativi, Giuliano Ferrara (faccia come Castaldi
non ci fosse), Luciano Moggi (faccia come Ricchiuti non ci fosse), Vincenzo Ricchiuti
Giuliano Ferrara è un giornalista come ce ne sono tanti, ha avuto la fortuna di incontrare nei suoi salti della quaglia la famiglia Berlusconi che gli dà da mangiare. Ricchiuti è un blogger come ce ne sono tanti che nonostante i suoi salti della quaglia non ha avuto la fortuna di incontrare chi gli dia da mangiare. Luciano Moggi continua ad essere uno dei pochi che
capisce di calcio in Italia. Di quella bufala di calciopoli non parlo. E poi l’ha detto pure Moratti.
Non esiste la sudditanza psicologica, so’ ragazzi.

20. Escluderebbe, a quanto pare, l'ha scritto lei, di cambiare idea su certi punti nevralgici si suppone, 
e qui un suo accanito fan (il Rip) ha malignato, forse perché nel prosieguo lei stessa ha aggiunto
Panta Rei
rip non ha malignato, perché può capitare di modificare le proprie convinzioni col tempo.
Ma io sono di roccia e il Panta Rei mi è servito spesso per superare momenti difficili.

21. Nel caso cambiasse idea sulla 40 come me visto che la scienza, con le staminali trattate, con gli embrioni può smettere di procurar tumori, temo sarebbe un passaggio di consegne al nemico languido.
Un andamento credibile perché lento. Praticamente uno strip tease e mai visto nessuno in Italia gridare all'eresia per l'eccitazione. Almeno, non per una seria.
Io ho fatto la campagna per la 40 in un Paese che della questione etica se ne fotte. Qui si vota solo per la pancia.
Ma non ho cambiato idea. Io non passo mai al nemico, dovresti conoscermi. Semmai con uno strip tease potrei convincere il nemico a passare dalla mia parte. Quello sì.
Questo per ammettere che forse la campagna era sbagliata.
Ed era meglio rivolgerci tutti al Tar. In Italia va così.

 

Get this widget | Track details | eSnips Social DNA

Immaginatevi in stanza con vostra figlia al disegno
a girl with calaidoscop ais
è suono
tardi è rumore
il tè che vi spruzza in faccia e non fa male
e poi colori festoni la polizia è finita
voi avete vinto
ballate con daniel ortega il lider maximo sandinista
gli orsi, la pietra, la gente
ognuno sorride ai fiori del passato
incredibile l'occhio da qui che si vede
giornali in tassì sulla gente le parole scivolano via e tu sei già andato
disegna te stesso un treno in stazione le porticine di zucchero
il treno si ferma un istante la girl
coi diamanti
si può tutto
balla la morte s'avvicina hai un prurito lì dove avrai un tumore
proprio come Laura vent'anni un mese a letto poi due mesi è morta
addio moggi
addio oggi.

ricchiuti





permalink | inviato da makia il 24/1/2008 alle 9:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (39) | Versione per la stampa
Panta rei
post pubblicato in Interviste senza storia, il 27 aprile 2007


Dunque, continuano le interviste su Makia.
Avrei voluto rivendicare anch'io il mio jus primae noctis, se non fosse che era
già stato intervistato.
Lui, la blog star del momento. Ivan Begio, in arte Formamentis.

Tess : sei pronto ?

Formamentis : fresco di barbiere


Tess :
ahahahaha


Formamentis :
davvero


Tess:
allora vado con le domande


Formamentis:
vai con l'intervista


Tess:
rompiamo subito il ghiaccio Ivan, anche perchè non ti aspetterai per caso  un'intervista convenzionale e fatta proprio da me poi ?


Formamentis:
e' la prima domanda? Allora la risposta è: no. Non me l'aspetto convenzionale.


Tess :
bene. Dunque, ad uno che non va d'accordo con lo sport, domande in tema non ne farò. Solo, ti dispiacerebbe bruciare quella maglia dell' Inter che ti ho visto indosso e proprio mentre dicevi che sei un interista atipico e che il calcio non ti interessa più di tanto ?


Formamentis:
scherzi? Con quello che l'ho pagata?


Tess:
tanto ?


Formamentis:
ti dico solo che c'erano ancora le lire, 120.000 circa, ma non dirlo in giro perché poi Punzi dice che sono più ricco di lui


Tess :
sarà un segreto. Allora, quella minchia di palissandro, messa lì in bella vista, quanto ti aiuta e quanto no, nell' attirare il gentil sesso che si trova a passare sul tuo blog


Formamentis:
molto, tanto che pensavo di intagliare un totem di palissandro in onore di Malvino. Ma quando dico "molto" si intende che non ho ancora rimorchiato una lettrice che sia una


Tess :
sei consapevole, spero, di essere uno dei prediletti di Malvino ?


Formamentis:
dici?


Tess :
direi di sì


Formamentis:
speriamo, meglio trovarselo come amico


Tess :
a me, personalmente, piace il modo che ha di "bastonarti" quando prendi le tue derive di blogger socialista mite e di buon senso. Ma io amo il politically scorrect ed amo la parte di te grintosa che viene fuori in queste circostanze. Della serie, ti ci vorrà mica una bastonata al giorno ?


Formamentis:
Il mio problema è la pigrizia, che parte da un sostrato di timidezza. Più che battagliare mi piace mostrare le mie ragioni, a spiegarsi si fa sempre bella figura


Tess :
a proposito di politically scorrect, nel gioco della torre, quali blog salvi e quali butti giù senza esitazioni


Formamentis:
E ce ne sono troppi, dico che mi stanno simpatici e antipatici, dovrei fare un elenco lunghissimo, non so se basterebbero i bit


Tess :
diplomatico


Formamentis:
quelli che mi piacciono ce li ho tutti nella blogroll


Tess :
nell' intervista seria, quella di Dblk per intenderci, hai affermato " e' un male che il correntone scelga la sinistra radicale come interlocutore". Sei ancora di questa opinione e chi potrebbe essere invece un interlocutore possibile


Formamentis:
pensavo ovviamente a quella sinistra liberalsocialista che si era aggrumata attorno al simbolo della Rosa nel Pugno. La penso ancora così, ma temo che la ciambella non riuscirà con il buco


Tess :
Angius ha rinunciato al Pd e lascia. Dovessi fargli una proposta indecente per portarlo in L3. In una parola, uno slogan


Formamentis:
L3: se sai cosa lasci, non sai nemmeno bene cosa trovi


Tess :
così scappa


Formamentis:
se scappa non sa nemmeno cosa si perde


Tess :
S.o.s. laicità è uno sportello che la U.U.A.A.R. ha creato per dare sfogo ai cittadini vittime o testimoni di prevaricazioni religiose o violazioni della laicità dello stato. Pare che lavori parecchio. Secondo te può mai bastare uno sportello e cosa dovrebbe fare un laicista, di questi tempi, in Italia


Formamentis:
addirittura? Non lo sapevo. La cosa migliore che si può fare per la laicità è continuare a farsi gli affari propri, intesi come affermazione della libertà individuale


Tess :
ok, facciamoci gli affari nostri.Ho letto, da manifesti affissi nelle strade di Napoli, che Forza Italia ha organizzato una Summer School di alta formazione politica. Addirittura quattro giornate. Ti sembra troppo poco per far sfilare in passerella tutti i big del partito? Ma soprattutto non ti sembrano troppi, quattro giorni per farsi spiegare la politica dalla Carfagna ?


Formamentis:
se la Carfagna regge tutti i quattro giorni, significa che Forza Italia è davvero un grande partito


Tess :
A la France ! A la France! Voteresti per Royal ?


Formamentis:


Tess :
ovvio, anch'io. Quante chances pensi possa avere contro Sarkozy. Pensi anche tu che Bayrou non si sia dichiarato perchè non dispone dei voti del partito, o mi fai fare la figura di quella che fa dietrologia ?


Formamentis:
mah, difficile dirlo. Io vedo molto bene Sarkozy, farsi scappare la vittoria sarebbe un po' come se l'Inter non avesse vinto lo scudetto, se mi passi una metafora calcistica. E' possibile che Bayrou non disponga di tutti i voti del partito, ma non conosco abbastanza la situazione francese per esserne veramente certo


Tess :
se l' Inter non avesse vinto lo scudetto sai quante pernacchie, se mi passi la metafora non calcistica


Formamentis:
immagino


Tess :
Ricchiuti intervistando me, ti ha definito un filosofo Yuppi Du. Hai diritto di replica. Che rispondi ?


Formamentis:
che non mi sento offeso, magari è vero, nel mio dirmi filosofo c'è una gran dose di ironia


Tess :
ultime due domande e non potevano che essere sulla Rosa. Innamoramento o Grande Amore ?


Formamentis:
sulla Rosa nel Pugno? Fuitina seguita da innamoramento


Tess :
una passioncella in poche parole


Formamentis:
quelle storie che finiscono sul più bello e ti lasciano tanti rimpianti


Tess :
anche le più grandi passioni si modificano nel tempo. Addirittura possono scomparire del tutto. Non pensi che nella frase di Eraclito " tutto scorre " sia racchiuso il senso del nostro divenire ? Tutto è sottoposto ineluttabilmente alla inesorabile legge sul tempo ?


Formamentis:
direi proprio di sì, non c'è niente che sia immobile da queste parti, anche a volerlo immobile, il mondo scorre lo stesso


Tess :
bene Ivan anche la nostra intervista scorrerà via. Ti ho torturato abbastanza ?


Formamentis:
beh, mettiamola così, finché ci saranno i blog, questa intervista resterà linkata e rimarrà, in un certo senso, immobile. Nessuna tortura, anzi, più che altro... vedi se ho fatto qualche errore di ortografia


Tess :
ahahahaha, va bene.



Teresa



permalink | inviato da il 27/4/2007 alle 0:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
Ricchiuti "inaugura" la rubrica delle interviste di Makia, ius primae noctis
post pubblicato in Interviste senza storia, il 18 aprile 2007


Ricchiuti : comincio io con le interviste, ti va ?
Teresa : sì
Ricchiuti : ok
Teresa : chi intervisti ?
Ricchiuti : te, mettiti comoda
Teresa : ahahahaha
Ricchiuti : sei un animale da blogging, vero o falso ?
Teresa : vero
Ricchiuti : perché pensi sia vero ?
Teresa : perchè sento di esserlo
Ricchiuti : perché ti vedi innamorata dell'interazione ? Sei davvero così interessata agli altri?
Teresa : perchè provengo dal mondo dei forum
Ricchiuti : anch'io, ma degli altri me ne frega nulla
Teresa : gli altri mi interessano nella misura in cui si interessano poi anche di me
Ricchiuti : ah ecco, gli altri non siamo noi, sono un conto di ritorno
Teresa : anche
Ricchiuti  : oltre l'egoismo, cosa c'è nel tuo prossimo ? Al di là di quel che può darti c'è altro ?
Teresa : se c'è egoismo io non prendo in considerazione, mi interessa altro, la spontaneità, il saper essere naturale anche se sei dietro un monitor. Io queste cose le percepisco.
Ricchiuti : dimmi qual'è stato il primo giornale che hai cominciato a leggere  per passione e con convinzione
Teresa : ahahahahaha, la Rep
Ricchiuti : unico grande amore ?
Teresa :  no, anche l' Unità, ma non sempre
Ricchiuti : qual'è invece il primo blog della serie passione e trasporto, post nella tormenta ?
Teresa : il tuo
Ricchiuti : il giornale che detesti ?
Teresa : non detesto niente, leggo anche giornali di destra, non li compro però
Ricchiuti : e così fai salva la coscienza. Cos'è la coscienza collettiva, esiste a tuo avviso un sentire comune autentico oppure, come io credo, l'opinione pubblica è una costruzione intellettuale reversibile, evocabile e fabbricabile a tavolino come in una seduta spiritica e molto poco spirituale ?
Teresa : un' incosciente in qualche modo deve salvarsi
Ricchiuti : in due parole, ci credi all'indignazione pubblica ?
Teresa : no
Ricchiuti : lo vogliamo dire, o meglio, lo ammetteresti mai, tu diessina, che le monetine a Craxi erano tutt'altro che spontaneismo ?
Teresa : io ho ammesso molte cose pur essendo diessina. Vivo nella modernità.
Ricchiuti :come ci si sente ad essere donna, diessina e (quasi) biondina, ed a pensare che la Melandri sia simile a noi?
Teresa : per la donna e la diessina direi benissimo. Biondina a me ?
Ricchiuti : no, dico, se qualcuno mi mettesse in analogia a Travaglio, io almeno un colpo di tinta me lo sparerei. Non provi vergogna ad essere associabile alla Melandri ?
Teresa : chi mi associa alla Melandri ? solo perchè donna e diessina ? Essù.
Ricchiuti : e biondina, è essenziale
Teresa : è sopportabile o meno come tanti altri colleghi
Ricchiuti : c'è tutta una retorica sulle biondine. L'ha inventata Ferrara. A proposito di lui. Io nel 2005 ho fatto campagna contro l'Elefantino, a favore dei referendum sulla 40. Tu ?
Teresa : ancora ho le stimmate
Ricchiuti : bene. Visto che stavamo dalla stessa parte della barricata e di tempo ne è passato, sei disposta a riconoscere con me che abbiamo perduto, irrimediabilmente e totalmente, il confronto con il Dio che ci deve essere perchè non c'è dell' Arcitaliano ?
Teresa :assolutamente sì
Ricchiuti : la mazzetta di blog che leggi giornalmente, nell'ordine in cui li visiti
Teresa : Malvino, Giornalettismo, Ricchiuti, Formamentis, Bolinarossa, Nardi, Titollo, Giorgiodasebenico, Vulvia, Bloggerperfecto, Watergate, Raser, Krudelik
Ricchiuti : Castaldi, in due parole
Teresa : ahahahahaha, non tutti.
Ricchiuti : ne mette tante lui, compensiamo
Teresa : ce ne sarebbero tanti
Ricchiuti : Formamentis sembra un filosofo yuppidu
Teresa :Formamentis è un ottimo blogger sottovalutato
Ricchiuti : a me sembra faccia filosofia da Festival dei GGiovani, lo trovo un prodotto vittimista e compiaciuto sin troppo del laicismo da Castrocaro
Teresa : ( che stronzo )
Teresa :e che dovrebbe fare in questi tempi un laicista ?
Ricchiuti : zitto no ?
Teresa :no, io non sto mai zitta, e sono meno laicista di lui
Ricchiuti : a me dei vecchi amici laicisti m'è rimasto solo Bolina, che è l'unico juventino e l'unico eccitante
Teresa : tu usi farti il vuoto intorno, io no
Ricchiuti :gli altri mi sembrano morti e peggio ancora settari e da circoletti yè yè, non trovi stucchevole il balletto "libro di Nardi- sei tu il genio-chiama Forma-risponde Tito" ?
Teresa : no, il Nardi fa bene a pubblicizzare il suo libro, lo farei anch'io. E se fossi sua amica, lo farei per lui
Ricchiuti : si ma la combriccola che sul web sembra il Cenacolo dell'acqua calda e alle elezioni pesa lo zero virgola a te non risulta come dire un tantinello loffia e pretenziosa ? Castaldi a parte, che quello viene da altro passato
Teresa : ma io glielo dico tutti i giorni che amano ghettizzarsi, niente non c'è verso
Ricchiuti : i malvini nun ce sentono. L' immaginavo.
Teresa : però è bello sentir parlare di liberalsocialimo. A me piace.
Ricchiuti : chiudiamo con D'Alema. Lui è il passato, il presente. Anche il futuro ?
Teresa : spero di no, però di politici come lui in erba non ne vedo. Purtroppo.
Ricchiuti : Veltroni non è neanche in erba allora ?
Teresa : oddio, non è neanche tanto malaccio rispetto ad altri, però non posso farmelo piacere per forza
Ricchiuti : ultima. Fai gli auguri all' Inter, neoCampione d' Italia.
Teresa : che cattiveria questa
Ricchiuti : Moratti dice che questo è lo scudetto "emozionante"
Teresa : gli faccio gli auguri sperando in una sana e corretta competizione sul campo l' anno prossimo
Ricchiuti : che stile. E che signora. Manca il tocco finale del melandrismo, una lacrima sul viso.
Teresa : no, Ricchiuti. Perchè se dovessi piangere..
Ricchiuti : non si piange sullo scudetto versato?
Teresa : quel giorno, non lo smentirò con un comunicato.




permalink | inviato da il 18/4/2007 alle 16:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
Sfoglia gennaio       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv