.
Annunci online

si legge makìa (blog a prova di imitazioni)
Siamo solo all' afterhours
post pubblicato in Sono un gangster, il 20 maggio 2010




Non guardate me. Non è colpa mia se Tremonti vuole fare la lotta
agli sprechi e alle ruberie con lo scudo fiscale e la legge sulle
intercettazioni. Gradite uno spritz?


Teresa
A proposito di porcate
post pubblicato in Sono un gangster, il 16 novembre 2009




Se voi foste dei camorristi, non vi verrebbe in mente di andare
a ricomprare in saldi i beni che vi avevano sequestrato ? Uno
sfregio alla miseria per tutte le forze dell' ordine, per non
parlare dei magistrati che vi avevano dedicato tempo e denaro.
( Guardate il lato positivo : i giudici avranno più tempo da dedicare
ai processi degli immigrati che continueranno a durare dodici anni ).
Piuttosto che ripristinare l' Ici, Tremonti ci chiederà di donare l'oro
alla Patria. Vedrete.


Teresa
" Cara, vuoi vedere la mia collezione di tombe fenicie ?"
post pubblicato in Sono un gangster, il 24 luglio 2009




A me dispiace molto per i sindaci dei paesi abruzzesi colpiti dal sisma,
pronti a scendere in piazza al fianco del sindaco dell'Aquila, riconsegnando
per protesta la fascia tricolore. Nonostante le promesse, non hanno ancora
le case e cominceranno a restituire le tasse non pagate già dal primo gennaio
dell' anno prossimo. Lo dice il dl anticrisi sul quale il governo ha imposto la
fiducia. Epperò benedette creature, vi siete fidati di due personaggi come
Tremonti e Berlusconi. E va bene, non avevate scelta. Un po' come fare sesso
senza preservativo. " Ma lui è Berlusconi!".
Ecchissene.




Teresa
Aridatece le veline
post pubblicato in Sono un gangster, il 22 maggio 2009




E' ormai un anno che Emma Marcegaglia continua a chiedere al Governo
che Confindustria appoggia, le riforme che dovrebbero far ripartire
l' economia di questo Paese. Ora, pure l' ultimo deficiente di questa terra
si sarebbe già accorto che questi, tutto potranno realizzare, tranne che farci
fare passi avanti. E nonostante il consenso. La Marcegaglia invece...
Finisce nell' ingranaggio di ruote del velinismo italico e se ne rammarica.
Però fare la majorette di Tremonti no.
Non si vergogna neanche un po'.



Teresa
Siamo preoccupati
post pubblicato in Sono un gangster, il 14 febbraio 2009




Non sono gli iscritti a Cisl e Uil ad essere preoccupati. Per carità, quelli no.
Vivono bene pure da precari-licenziati-cassintegrati-morti di fame.
E' il premier. Deve aver cambiato idea nel giro di qualche ora se fino a ieri
spargeva ottimismo da tutti i pori. Non lo so. Avrà parlato con Tremonti, si
sarà fatto un giro a Pomigliano, avrà l' elenco delle fabbriche che stanno
chiudendo. Oppure è preoccupato perchè non sanno che cazzo fare.
Dev'essere sicuramente così.
E ora portatemi Bonanni e Angeletti.


Teresa
Carbone per tutti
post pubblicato in Sono un gangster, il 5 gennaio 2009




Carbone per Hamas che tiene in ostaggio un popolo, per gli
israeliani che hanno già ammazzato novanta bambini, dico
novanta e per la comunità internazionale che di fronte a questa
tragedia è assolutamente impotente.

Carbone per questo mediocre governo che ci ritroviamo, che
nonostante non abbia messo in campo nessuna forma di aiuto
per i cittadini, a parte l'elemosina delle 300mila social card, si
ritrova pure con i conti fuori controllo.

Carbone per chi ha creduto che Alemanno potesse riportare
la sicurezza nelle strade di Roma dove si continua a stuprare
con o senza rom.

Carbone per il presidente dei medici cattolici che con un colpo
di coda vuole mettere in discussione pure l' utilizzo della pillola
anticoncezionale, rea di provocare effetti ecologici devastanti
per via delle tonnellate di ormoni rilasciate dall' ambiente.
Fossi in lui mi preoccuperei degli effetti ecologici devastanti che
le discariche a cielo aperto volute dalle ecomafie hanno già
procurato e continueranno a farlo. E comunque se proprio la vogliamo
mettere su questo piano, le antenne di Radio Maria inquinano di più.

Infine carbone per il Pd. Tanto.
Perchè accettando il boccone amaro del rimpastino nell' ennesima
sceneggiata napoletana, ha dimostrato se ancora ve ne fosse bisogno,
tutta la sua debolezza di partito che nasce come sommatoria di
espressioni correntizie di cui non riesce a fare a meno.


La Befana
Recessione Volume 3. L' aria fritta
post pubblicato in Sono un gangster, il 28 novembre 2008


Questi ottanta miliardi prendi di là e sposta di qua, non potevano
che essere frutto di un piano di aiuti creativo à la Tremonti.
Che alla fine uno si domanda dove l'aveva messa tutta la sua
preveggenza se poi ha sperperato tra cancellazione dell' Ici e
pacco Alitalia. Cioè avrà pure annusato aria di crisi ma poi ci ha
lasciati con le pezze al culo.
Quattro o cinque miliardi per le famiglie, non per tutte, chiaramente.
Un po' di spiccioli per la cassa integrazione e vi dico già che le aziende
che hanno chiesto gli ammortizzatori sociali sono aumentate alla
velocità della luce, e che quindi non tutte potranno accedervi. E le altre ?
Chiuderanno, falliranno. Sicuramente licenzieranno i lavoratori
precari, che saranno in tutto questo marasma i più penalizzati.
Nessuno sconto Irpef, nessuna detassazione delle tredicesime.
La detassazione degli straordinari è inutile. Le fabbriche o riducono le
produzioni o chiudono e figuriamoci gli straordinari.
Poi c'è l' una-tantum per i poveri.
Ah sì, dimenticavo le infrastrutture da finanziare. Peccato che siano quelle
del 2001 ( vi ricordate il contratto con gli italiani ? Eh, sempre le stesse ).
E ora su con la vita. Non mi vorrete diventare pessimisti proprio adesso ?





Ci sono cose che non si possono pagare. Per questo c'è Onda Card.
" La prima misura decisa dal Ministero per fronteggiare le ricadute sociali della crisi
economica e per garantire a tutti la possibilità di usufruire gratuitamente di mezzi di
trasporto e libri di testo, la libertà di accedere alle manifestazioni artistiche, teatrali, cinematografiche e musicali presenti in città, alle mostre ed ai musei ed a tutte le
iniziative considerate di valore critico e formativo ".
L’ ONDA CARD NON VA OBLITERATA VA PRATICATA.
NOI LA CRISI NON LA PAGHIAMO.



Teresa


" The fundamentals of our economy are strong"
post pubblicato in Sono un gangster, il 18 settembre 2008




No, non era Silvio Berlusconi a Porta a Porta.
Era quello che amava la deregulation, che voleva
far fallire Aig, e che ora vuole istituire una Commissione
d' inchiesta per capire cosa sia successo.
E cosa vuoi che sia successo ?
Poi crolla nei sondaggi e tenta di scavalcare Obama a
sinistra. Manco fosse un Tremonti qualsiasi.
Camillo la butta sulle luci di Manhattan.
Gli ultimi giapponesi nella giungla, Giavazzi e Alesina,
invece, hanno deciso di resistere.


Teresa

Di Pietro è già in campagna elettorale
post pubblicato in Sono un gangster, il 2 luglio 2008




C'è qualcuno nel Pd che vorrebbe vedere Veltroni così ?
Scusate, ma io di farmi fare l' analisi delle urine da Di Pietro
non ci tengo proprio. Vivaddio mi pare di aver capito che il
tipo opposizione morbida non è più nelle corde del segretario.
Era quello che auspicavamo in tanti. Benissimo. Se Di Pietro
vuole continuare ad affermare che la vera e unica opposizione
la sta facendo lui, si accomodi. Da quello che leggo ogni giorno
non mi pare proprio e sottoscrivere un documento dove si certifica
chi è il buono e chi no, sarebbe come manifestare contro se stessi.
Quindi, non igienico.
I girotondi sono legittimissimi intendiamoci, ma rischiano ancora una
volta di essere esclusivamente antiberlusconiani, di farne cioè ancora
una volta una vittima sacrificale di questo sistema di sinistra giustizialista
e vedrete la pantomima da Mentana, proprio adesso che il core-a-core
con il Paese resiste. Perché l' italiano se ne sbatte dei provvedimenti
sulle intercettazioni e su quelli blocca processi se i processi non sono
i suoi e figuriamoci se lo dovessero essere. No. Lasciateli festeggiare
con i bollettini Ici strappati nelle mani che devono andare a farsi la
villeggiatura in pace.
Solo che dalle vacanze prima o poi si torna. Come dalla luna di miele.
Tanto più se i problemi col consorte li conoscete già.
Debito pubblico in aumento, inflazione galoppante, i soliti miracoli alla
Tremonti, insomma.
Il primo di Settembre arriva per tutti. Che credete.


Teresa
Sfoglia aprile       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv