.
Annunci online

si legge makìa (blog a prova di imitazioni)
Trichet c'ha le mani in fronte
post pubblicato in Sono un gangster, il 8 maggio 2010




Figuriamoci gli altri.




Teresa

Festa dei lavoratori
post pubblicato in Sono un gangster, il 1 maggio 2010




Un epitaffio era meglio, guardate.



Teresa
I giorni della merla
post pubblicato in Sono un gangster, il 1 febbraio 2010




Oggi questo Paese delle meraviglie ha scoperto come d'incanto,come se non
fossero bastati mesi di lavoratori sui carrelli o sui tetti, che per la perdita del
posto di lavoro, uno possa pure decidere di diventare una torcia umana. Senza
telecamere, o interviste ai parenti di sotto, alle mogli che portano da mangiare
ai mariti. Così, da soli, vicino a un cavalcavia. E mi chiedo come possa passare
inascoltato quel monito del Vaticano, "col morto in mezzo alla stanza". Era il Papa
signori, non un Tettamanzi qualsiasi. Non un editoriale dell' Avvenire.
Suvvia, ci sono le elezioni regionali a breve, non vorrete lasciare le parole del 
Pontefice inascoltate. Fateci vedere come salvate i lavoratori.



Teresa 
Ma dove andate ?
post pubblicato in Sono un gangster, il 4 gennaio 2010




Le statali andranno in pensione a 65 anni, l'attentatore pare sia passato per Roma,
il Pd per la proprietà transitiva e' stato il miglior alleato di Berlusconi, i commercianti
continuano a dire che non si vende niente ed è arrivato l'inverno per la seconda o
terza volta in un mese. Eppure il rito della coda per i saldi è sacro. A piedi o in macchina
incolonnati, spendendo in carburante quello che si vorrebbe risparmiare. Ma se non
state nemmeno comprando non si capisce. Fate i furbi tutto l'anno in fila alle Poste e poi qui,
tutti felici, due ore solo per dare uno sguardo ?


Teresa

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. saldi crisi economica code outlet

permalink | inviato da makia il 4/1/2010 alle 7:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
Post sotto l'albero ( Part two-fin )
post pubblicato in Sono un gangster, il 23 dicembre 2009




La seconda e ultima parte del post sotto l'albero è dedicata a tutti quelli che
durante l'anno sono saliti o sono ancora sui tetti. A protestare perché (ri)vogliono
un lavoro. E voi sapete che di questi tempi, guai a dimenticarsi di un lavoratore
o di un precario su un tetto. Non si può.
L' alberello con la frutta rossa, invece, è il mio e lo dedico a tutti coloro che
passeranno da queste parti. Buon Natale.


Tess
Solidi
post pubblicato in Sono un gangster, il 23 novembre 2009




A parte gli stronzi che volano da tutte le parti, le minacce dei finiani
sulla fiducia a Cosentino, i cecchini sui tetti delle redazioni dei famigli,
le botte da orbi in ogni Consiglio dei Ministri, la scissione già in atto in
Sicilia, il fatto grave che tutto questo avvenga all' interno dello stesso
partito, perché poi se ci mettiamo i problemi della coalizione non ne
usciamo proprio più, ecco dicevo, a parte tutto questo, il Paese è solido.



Teresa
Ma quando dicono che il peggio è alle spalle, a cosa si riferiscono ?
post pubblicato in Sono un gangster, il 21 novembre 2009


 

Al chiagni e fotti di Marchionne, che prende gli incentivi e chiude le fabbriche ?
O alle manganellate prese dagli operai dell' Alcoa ?



Teresa

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alcoa fiat sergio marchionne crisi economica

permalink | inviato da makia il 21/11/2009 alle 9:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
" Nessuna sofisticata distinzione "
post pubblicato in Sono un gangster, il 4 giugno 2009




Con questa crisi, che è grave, non muore nessuno e quindi non mi risulta ci siano
persone in una situazione tale da poter dire abbiamo fame.



Uno che parla così, e sulla pelle degli italiani non è degno di governarli.
Poiché non sono affatto sofisticata o radical-chic, ma mi ritengo l' ultima
operaia della democrazia e perché ancora credo che solo la buona politica
ci possa salvare, andrò a votare. Io voglio il meglio e per averlo devo lottare
e lavorare su quello che ho. Perché solo se farò in questo modo potrò
salvarmi dal peggio.
Non ho nessun dubbio.



Teresa
Il testo non c'è
post pubblicato in Sono un gangster, il 25 marzo 2009




L' unica ricetta che sa dare per uscire dalla crisi ( solo mediatica )
è quella di lavorare di più. Non lo conoscessimo, potremmo dire
che è impazzito. Invece dice sul serio. Tanto che al ministero
dell' Istruzione hanno ufficializzato i tagli agli organici. Si parla
di 37mila cattedre, più della metà al Sud. E senza tenere conto
dei diecimila tra cassintegrati e precari che stanno per perdere
il lavoro a Pomigliano e dintorni.
La notizia buona è che chi possiede una villetta potrà prendere
quei dindi che ha sotto la mattonella e costruirci sopra quattro o
cinque piani.
Volevate il lavoro, no ?


Teresa
 

A proposito della notte di Halloween
post pubblicato in Sono un gangster, il 31 ottobre 2008


Ci sarebbe questa proposta di Giovanardi per uscire dalle secche.
Un prestito da cinquemila euro che rimborserete, se siete una famiglia
numerosa, con comode rate ed interessi del quattro per cento.
E ora correte a fare, almeno un paio di figli.
Trick or treat ?



Teresa
Sfoglia aprile       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv